Un saluto a tutti i lettori

Un saluto a tutti i lettori. Questo blog sarà la mia bacheca di presentazione, e non solo.

Chi può contattare lo studio MQ?

Ovviamente chiunque può contattarci senza timore (le informazioni necessarie per richiedere un preventivo o per presentare un'offerta sono comunque gratuite).

In generale però, è possibile distinguere alcune tipologie comuni di situazione:
  • chi è obbligato a ricorrere all'intervento di un professionista
  • chi non è obbligato a ricorrere all'intervento di un professionista

Vorrei far solo notare che, anche se rientrate nella seconda casistica (o meglio anche se NON rientrate nella prima casistica) questo non significa che vi è vietato ricorrere all'intervento di un professionista: la progettazione è sovente vista come un costo aggiuntivo, ma nella maggior parte dei casi, le nostre progettazioni non solo non costano tanto, ma evitano pure incrementi incomprensibili delle fatture delle imprese installatrici, che talvolta approfittano della situazione per chiedere varianti non giustificate.

Di seguito, oltre alla distinzione tra le casistiche di prima, troverete anche i vantaggi di ricorrere comunque a una progettazione ben fatta e dormire sonni tranquilli per il futuro.

Chi è obbligato a ricorrere all'intervento di un professionista?

Le limitazioni oltre le quali è obbligatorio ricorrere al professionista (e non basta quindi il responsabile tecnico dell'impresa) sono riportate nel D.M. 37/08, e sono sostanzialmente le seguenti:

  • Unità abitative con superficie superiore a 400 mq o con potenza impegnata superiore a 6 kW
  • Impianti condominiali con potenza impegnata superiore a 6 kW
  • Unità immobiliari adibite ad attività produttive, al commercio, al terziario ed altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione superiore a 1000 V, inclusa la parte in B.T., o qualora la superficie sia superiore a 200 mq o quando le utenze sono alimentate in B.T. e hanno potenza impegnata superiore a 6 kW
  • Impianti elettrici relativi a unità immobiliari provviste, anche solo parzialmente, di ambienti soggetti a normativa specifica del CEI, quali locali adibiti a uso medico (se si utilizzano dispositivi elettromedicali, nel caso sono compresi anche i centri estetici, sono comunque sempre compresi anche i veterinari) o per i quali sussista il pericolo di esplosione o luoghi MA.R.C.I. (ovvero a MAggior Rischio in Caso di Incendio), cioè tutte le attività soggette a controllo da parte dei Vigili del Fuoco, per esempio: autorimesse di oltre 300 mq, stabilimenti e depositi di carta, cartoni o tessuti oltre i 5000 kg, alberghi o simili con oltre 25 posti letto, edifici a uso civile con altezza antincendio superiore a 24 m. Prestare particolare attenzione a centrali termiche a gas o gasolio e cucine industriali, dove il limite è stato ridotto a 35 kW anziché i 116 kW del Decreto
  • Impianti realizzati con lampade fluorescenti a catodo freddo con potenza superiore a 1200 W o quando sono collegati a impianti per i quali c’è l’obbligo del progetto.
  • Impianti radiotelevisivi, antenne e impianti elettronici quando coesistono con impianti elettrici con obbligo di progetto
  •  Impianti di rivelazione incendio quando sono inseriti in un’attività soggetta al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI) oppure quando l’impianto comprende almeno 10 rivelatori
  • Impianti contro le scariche atmosferiche (LPS) nei seguenti casi:
    • Il volume dell’edificio supera i 200 metri cubi
    • Utenze condominiali e utenze domestiche di singole unità abitative con superficie superiore a 400 mq oppure con potenza impegnata superiore a 6 kW
    • Immobili adibiti ad attività produttive, al commercio, al terziario ed altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione superiore a 1000 V, inclusa la parte in B.T., o qualora la superficie sia superiore a 200 mq o quando le utenze sono alimentate in B.T. e hanno potenza impegnata superiore a 6 kW.

Chi non è obbligato a ricorrere all'intervento di un professionista?

Ovviamente chi non è compreso nelle limitazioni precedenti.
Non sono compresi nemmeno impianti totalmente all'esterno (per esempio illuminazione pubblica), impianti di cantiere e impianti dei pubblici distributori.
Possiamo continuare dicendo che non sono compresi nemmeno gli impianti a bordo macchina, gli apparecchi elettrici in generale e gli interventi di manutenzione ordinaria.

Vantaggi del ricorrere comunque a una progettazione

Il progettista è abituato a risolvere problemi e trovare sempre la soluzione più efficace e conveniente.
In certi casi, potrebbe capitare che l'impresa installatrice faccia un'offerta bassa per prendere il lavoro, per poi cominciare a chiedere continuamente varianti e sospendere i lavori, rendendo di fatto difficile troncare il contratto e continuare i lavori, senza tirar fuori nuovamente il portafoglio.
Se non siete sicurissimi dell'impresa che chiamate e non sapete con certezza che quel particolare lavoro non presenterà nessun inconveniente in fase di realizzazione, ecco che potrebbe servirvi una presenza preposta: un direttore dei lavori per controllare l'operato dell'impresa e la conformità del risultato alla progettazione.
Ma un attimo! Abbiamo detto la conformità alla progettazione!
Se non c'è progettazione, chi controlla l'impresa? Chi impedisce all'impresa di fare ciò che vuole e non necessariamente ciò che volete voi?
Forse sarebbe meglio chiedere all'impresa un progetto (se non si è nella situazione in cui è obbligatorio ricorrere all'intervento di un professionista abilitato) ma quello che l'impresa fornirà come progetto sarà il meglio per voi o il meglio per loro?
E per essere sicuri, non sarebbe necessario ricorrere a un progettista esterno all'impresa, che capisca quali sono le vostre esigenze e realizzi un progetto che sia il meglio per voi e non per far risparmiare l'impresa?
A proposito: il professionista abilitato non fa parte dell'impresa, non fa gli interessi dell'impresa ma quelli del committente, ovvero i vostri!

Svantaggi del ricorrere comunque a una progettazione

Sostanzialmente, l'unico svantaggio è il costo del progettista, che non è necessariamente così alto come qualcuno pensa, e sicuramente non così alto come potrebbero essere alcune varianti tirate fuori all'ultimo momento dall'impresa installatrice.
Ma siamo poi sicuri che la possibilità di vedere un lavoro che non aumenta all'improvviso di prezzo misteriosamente, sia uno svantaggio?


Commenti

Post popolari in questo blog

Promozioni in corso

Riorganizzazione del sito